Zero euro dal Patto per la Sicilia: Licata in mano a mezzacazzola che si credono ingegneri

- in Politica
5016
@Paolo Picone

LICATA – La politica nazionale e quella regionale si “dimenticano” della città di Licata. Zero euro di finanziamenti per le opere cantierabili entro il 2017 nel Patto per la Sicilia siglato dal premier Matteo Renzi e dal governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, ai piedi del Tempio della Concordia. Nell’elenco delle opere finanziate, in tutto 26 pagine, non c’è traccia di Licata. Ma forse non sarebbe il caso di dire che Licata è stata dimenticata dalla politica nazionale. E’ il caso di dire che la città di Licata è stata “Tradita” dalla sua classe politica, inadeguata e incompetente. Nessun progetto presentato. Una vergogna. Per chi si vanta di avere idee da grande ingegnere e poi risulta incompetente mezzacazzola. Giovanni Panepinto, deputato nazionale del Pd, Partito democratico, ci dice che Crocetta sarebbe stato ben felice di finanziare qualcosa per Licata, ma non c’erano i progetti. Nessuna proposta è pervenuta. E mentre la torta se la mangiano altri, anche i piccoli Comuni, per Licata non c’è speranza. Sola, tradita, abbandonata, maltrattata. Ma è la mia città.

Paolo Picone