Recensione Samsung Galaxy S8

- in Tecnologia
429

Che Samsung quest’anno abbia puntato al design per il suo smartphone Android top di gamma è indubbio. Bellissimo! Ed è anche riuscita a far stare in un corpo slim un display da ben 5,8″ grazie alla forma allungata. Mi piace! Ma ha anche qualche difetto.

Confezione e contenuto

Una confezione ricca quella di S8. Troviamo il caricabatterie fast (ricarica completa da zero in 1h e 45 minuti), un adattatore da tipo C a USB (OTG, per collegare chiavette o HD autoalimentati) e un ulteriore adattatore da Tipo C a Micro USB. Completano la dotazione il cavo Tipo C e delle ottime cuffie AKG con cavo antingarbugliamento. Purtroppo però sono InEar, non le amo particolarmente, ma ci sono i gommini per adattarle ai vari padiglioni auricolari.

Materiali design e touch-and-feel

Bè, dire ottimo è dire poco. L’ho fatto vedere a tante persone, anche insospettabili, ed è piacuto a tutti questo S8!! Sopratutto nella colorazione che ho io: il nero. Il vetro anteriore è gorilla 5 ed è bombato su tutti i lati. Il fatto che il display sia enorme, curvo e amoled lo rende un tutt’uno con la scocca (in metallo) che finalmente è verniciata (sul nero, colore da comprare) tinta su tinta. Piacevolissimo da tenere in mano grazie alla larghezza ridotta e al peso contenuto. Insomma, bellissimo! Ed è anche impermeabile IP68.

Samsung aggiunge un tasto fisico, dedicato a Bixby, il nuovo assistente integrato a S8. E un po’ confonde visto che nessuno è zigrinato. Tempo di farci l’abitudine…ma l’abitudine bisogna farcela con l’eliminazione del tasto fisico, non c’è più spazio davanti….Viene sostituito da un pulsante “virtuale” che si attiva grazie alla sensibilità alla pressione del display stesso. Un feed di vibrazione preciso restituisce la conferma di averlo premuto. Funziona bene in combinazione con gli sblocchi di volto e iride che sono affidabili a tratti. Troppo influenzati dalle condizioni di luce…a tratti fulminei a tratti lenti. E in più ingannabile da immagini il riconoscimento del volto che, tra i 2, è il più veloce. Chi vuole continuare ad usare il riconoscimento delle impronte deve abituarsi a una posizione innaturale, non sempre raggiungibile semplicemente. Ma lo sblocco è comunque abbastanza affidabile. 9 su 10. Rimane il led di notifica nonostante la presenza dell’ottimo always on (grazie al doppio tap sulle icone che vengono notificate, ci manda velocemente all’app della notifica stessa). Altoparlante purtroppo mono e posizionato sotto. Avrei preferito la soluzione stereo o quantomeno quella usata su A5.

Display

FANTASTICO! Risoluzione altissima, impronunciabile la sigla. Di default è settata più bassa per risparmiare sgoccioli di batteria, l’occhio non se ne accorge l’autonomia poco. Angoli di visuale perfetti, visuale sotto il sole molto buona, polarizzazione a 45°, oleofobicità buona e una curvatura ottimale per essere “cool” ma non interferire con la mano che tiene lo smartphone. Insomma, promosso a pieni voti! Unico dubbio, essendo della famiglia degli oled, un’eventuale impressione dei tasti funzione sullo schermo. Vedremo….

Processore e memoria

Il nuovo 8895 va davvero bene. Energeticamente efficiente, grazie alla tecnologia a 10nm, speriamo non faccia rimpiangere la scelta di non portare da noi la versione con Snapdragon 835. E’ coadiuvato da 4gb di ram e 64 di memoria integrata espandibile.

Batteria

Molto molto buona. Non mi sarei aspettato da una 3000 mah di riuscire ad arrivare in fondo alla mia giornata stress con ancora il 10-15% di autonomia residua. Non scalda praticamente mai, meno di S7. Un leggero intiepidimento solo quando si usa la videocamera o i giochi.

Software ed ecosistema

Basato su Nougat, patch di marzo, la nuova touchwiz mi piace, pur avendo delle criticità. Belle le nuove icone, bella la possibilità di personalizzare griglia, colori, temi e drawer che può esserci o non esserci. Se decidiamo di usarlo le app si palesano con uno swipe verso l’alto o verso il basse. E qui avrei decisamente preferito avere l’apertura delle notifiche con lo swipe verso il basso. Anche perchè la forma allungata fa si che arrivare in cima sia difficile. Bellissimi i nuovi popup notifiche stondati che appaiono a display e bella la nuova grafica delle icone. Personalizzabile la barra dei tasti con lo swipe del multitasking / multiwindows e il tasto indietro. E alcune funzioni dei pannelli edge sono davvero utili! Poi c’è Bixby. Per ora non attiva la parte vocale in Italiano (ma arriverà), comodo l’assistente personale che prende il posto di Flipboard. Non una novità assoluta, una sorta di blinkfeed di HTC ma mi pare qui integrato meglio.

C’è l’ecosistema Samsung con il backup del telefono o di singoli ambiti (15 gb totali gratuiti a disposizione). C’è anche lo store con app esclusive, temi, plug in per camera e browser.

Reparto telefonico

Nulla da dire. Molto buona la ricezione, il vivavoce è altissimo e dall’altra parte ci sentono bene. Purtroppo il dialer non ha migliorato la sua intelligenza, c’è la ricerca con il tastierino ma è poco smart.

Foto e video

Qui, a parte qualche modifica all’aspetto della schermata fotocamera, non ci sono grosse novità rispetto a S7. Che già faceva ottime foto e che continua a farle qui su S8. Vengono aggiunti alcuni effetti “simpatici” alla snapchat. Migliora la cam anteriore e i video sono stabili (OIS), definiti (max 4k e 1080 60fps) con un audio catturato bene. Manca solo una messa a fuoco fulminea mentre lo zoom va bene. Nel commplesso un’ottima fotocamera, sopratutto con poca luce. In queste condizioni, con i settaggi manuali, si riescono a tirare fuori scatti davvero notevoli!

Audio

Purtroppo mono. Ma compensa con il fatto che la pressione sonora è importante. E c’è anche un accenno di bassi. Manca la radio FM. L’uscita cuffie pilota bene anche trasduttori legnosi e la qualità audio è decisamente buona, grazie anche a cuffie in dotazione di qualità.

App e gaming

Girano bene, e ci mancherebbe. Si aprono velocemente, e ci mancherebbe! Ma qualche lagghettino qui e la c’è. Non danno fastidio nell’uso quotidiano.

C’è il game launcher e i game tools. Integrati meglio rispetto a S7. Bellissimo poi giocare in full screen con questo schermo. Non tutti i giochi sono compatibili con questa funzione ma via via probabilmente lo diventeranno. Fluidissimo real racing che si avvia in 8 secondi. Ottimo!

Giudizio finale

Dopo questa chilometrica recensione il vero punto debole. Il prezzo. 829 euro sono tanti ma, lo devo ammettere, è davvero bello ed esclusivo. Il vantaggio dei Samsung è che basta aspettare un mese per riuscire a scovare in rete un prezzo di almeno 100 euro in meno. Uso quotidiano bisogna un po’ convivere con gli sblocchi biometrici ballerini e con l’impronta messa in posizione scomoda. Ma display al top, un design stupendo e alcune funzioni esclusive fan si che mi piaccia davvero tanto. Anche se mi fanno arrabbiare alcune piccolezze che avrebbero migliorato l’uso quotidiano, swipe giù o pulsante nella barra per accedere alle notifiche in primis. Bixby probabilmente una mossa per sganciarsi un po’ da Google, attendiamo maturi e arrivi l’italiano per la parte vocale. Un telefono che mi è piaciuto molto. Best buy? Ovviamente no visto il prezzo ma per chi se lo può permettere sicuramente un ottimo smartphone.

Fonte: Andrea Galeazzi