Rapina stabilimento balneare e spara a gestore: preso delinquente

- in Cronaca
1726

Illeso il titolare del lido (il colpo non è andato a segno). Un trentenne aveva fatto irruzione all’alba. Dopo aver rubato il denaro è stato inseguito lungo l’arenile

 

LICATA – Rapina lo stabilimento balneare di contrada Mollarella, a Licata (Ag). Poi, accorgendosi che il gestore aveva degli altri soldi in mano, gli spara. Un colpo, esploso con una pistola calibro 32, che però non è andato a segno. Con in mano le 300 euro arraffate, il giovane di Licata – che, all’alba, ha fatto irruzione nello stabilimento balneare con il volto coperto da un passamontagna – è scappato lungo l’arenile.
E’ stato però inseguito dagli stessi dipendenti dello stabilimento balneare – quanti erano stati poco prima, sotto la minaccia della pistola, costretti a consegnare i 300 euro che c’erano in cassa – e anche dalle pattuglie dei carabinieri. Tutti insieme sono riusciti a bloccare il presunto rapinatore, Orazio Giuseppe Sortino, 30 anni, che è stato arrestato in flagranza di reato. I carabinieri gli hanno contestato le ipotesi di reato di rapina, tentato omicidio e porto abusivo d’arma. Su disposizione del sostituto procuratore di turno, titolare del fascicolo d’inchiesta immediatamente aperto, il trentenne è stato portato alla casa circondariale “Di Lorenzo” di Agrigento.