Pino Galanti: "Le tre donne all'ufficio di presidenza sono una mia intuizione politica"

- in Politica
1100
@Paolo Picone

LICATA. “Con l’elezione di un Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale giovane e tutto al femminile è avvenuto un episodio di democrazia reale, del quale sono soddisfatto e che considero frutto dell’impegno e dei sacrifici del gruppo che mi ha sostenuto come candidato sindaco”. Lo sostiene in una nota Pino Galanti, candidato sindaco sconfitto da Angelo Cambiano al ballottaggio. “La scelta in merito all’elezione della Presidentessa, la sua vice e la vicaria testimonia quella che era la reale voglia di emancipazione e trasformazione che anima il gruppo che ho raccolto attorno a me. Carmelinda Callea, Tiziana Sciria e la giovane Giada Bennici sono tre figure diverse, ma parimenti brillanti, rette e carismatiche. Io insieme a tutto il gruppo siamo a loro disposizione e presto lo saremo anche attraverso nuove forze che animeranno il contesto cittadino con iniziative concrete. Perche’ la “squadra”(non solo in senso politico) che mi ha appoggiato, con il nostro entusiamo e la nostra passione per Licata, ha veramente moltissimo da offrire alla nostra benamata cittadina. Per quanto riguarda in particolare il Presidente del Consiglio Comunale, sono personalmente molto contento dell’elezione di Carmelinda Callea come presidente del principale organo democratico cittadino. Carmelinda è una Donna, una Madre, una Moglie e una Docente eccezionale. Durante la campagna elettorale ha dimostrato, a me e a tutti, di avere sana passione politica e di essere vicina e consapevole delle esigenze di tutta la cittadinanza. Cosi’ come lei mi è stata accanto nella mia esperienza elettorale, nonostante la diversita’ del nostro elettorato, anche io sono stato entusiasta e partecipe della sua scelta come presidente. Non le manchera’ il mio sostegno, come quello di tutti i cittadini”.