Mantia e la sua squadra: ecco l'assessore designato Catania

- in Politica
1049
@Paolo Picone

salvatore cataniaLICATA. Gli assessori designati dal candidato a sindaco Gianluca Mantia con la lista civica “L’altra Licata con Mantia” sono: Salvatore Catania (Dottore Commercialista), Paola Cuttitta (Insegnante), Massimiliano Oteri (Artigiano). “Un ringraziamento a Gianluca e a tutti ragazzi della lista civica “L’altra Licata” che mi hanno voluto fortemente come Assessore della Giunta Mantia” così dichiara, Salvatore Catania. Quaranta anni, sposato con due figli, Salvatore è un dottore commercialista e revisore dei conti, insegnante di economia aziendale ed esperto in mercati internazionali e marketing per la piccola e media impresa; ha collaborato con il Polo Universitario della Provincia di Agrigento e la LUMSA di Roma nella gestione della Segreteria didattica relativa al Master universitario “Relazioni Internazionali e Cooperazione nell’area Mediterranea”; grazie alla passione e all’esperienza maturata nel settore del marketing e della comunicazione, e all’interesse per le nuove tecnologie, si è specializzato nelle attività di internet marketing applicato alle associazioni, aziende e professionisti; dal 2004 al 2009 ha svolto l’attività di Difensore civico del Comune di Licata. Le persone a cui si ispira sono: Peppino Impastato, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e don Pino Puglisi. Uno dei punti del programma che ritiene di fondamentale importanza per lo sviluppo economico e sociale della città di Licata è il bilancio partecipato.
In merito dichiara:
“Il bilancio partecipato è una modalità di formazione del bilancio comunale che prevede il coinvolgimento della cittadinanza.
E’ un processo decisionale che consiste in un’apertura della Pubblica Amministrazione alla partecipazione diretta ed effettiva della popolazione nell’assunzione di decisioni su priorità progettuali e sulla distribuzione di una parte degli investimenti pubblici.
Pur tenendo fermi e valorizzando i ruoli istituzionali di governo dell’Amministrazione comunale, mediante il bilancio partecipato, si attivano forme di coinvolgimento propositivo e decisionale dei cittadini che hanno così la possibilità di concorrere alle scelte amministrative.
Fare un bilancio partecipativo significa che una parte delle entrate del Comune vengono destinate a progetti proposti e scelti direttamente dai cittadini.
Una scelta, quella di Gianluca Mantia diretta a creare uno spazio partecipativo nuovo, diverso, quasi inaspettato rispetto all’idea di un cittadino utente, solamente destinatario di servizi.
L’aria che si respirerà con un processo di bilancio partecipativo sarà nuova.
La nostra Giunta si impegnerà a promuovere referendum a costo zero, incontri tra i cittadini, a stimolare momenti di dibattito ed elaborazione per la scelta dei progetti, organizzare votazioni finali per stabilire quali progetti verranno realizzati, e infine monitorare che tali progetti vincitori vengano realizzati nei tempi previsti.
Questo impegno a Licata avverrà con l’istituzione e il coinvolgimento di sei consulte cittadine: 
 1) consulta Marina e Centro storico;
 2) consulta Oltreponte;
 3) consulta Villaggio agricolo – dei Fiori e Riesi;
 4) consulta Fondachello – Playa;
 5) consulta Montecatini – Palma e Campobello;
 6) consulta Marianello, Mollarella, Poliscia e Pisciotto”.