Licata, Sette giorni da assessore: si dimette Scozzari. I Comunisti: carica incompatibile

- in Politica
2510
@Paolo Picone

LICATA – Si è dimesso, dopo appena 7 giorni dalla nomina, l’assessore comunale Luca Scozzari. La decisione di lasciare la carica è stata comunicata al sindaco Angelo Cambiano con un lettera in cui è stato scritto che la motivazione è strettamente personale. Fratello del Consigliere Giuseppe Scozzari, l’assessore più “veloce” della legislatura Cambiano, era stato indicato dl gruppo “Licata futura” in sostituzione di un altro dimissionario, Enzo Ripellino. Dopo di lui si era dimesso anche Adriano Damanti del gruppo “Area rinnovamento”. E adesso, il sindaco Cambiano deve sostituire sia Damanti che Scozzari. Nel gruppo Licata futura si fa avanti l’ipotesi “interna” con la nomina ad assessore di Chiara Ferraro, attuale capogruppo. Entro fine mese l’opposizione ha annunciato che depositerà la mozione di sfiducia al sindaco Cambiano.

LA NOTA DI DARIO TARDINO, COORDINATORE GIOVANI COMUNISTI LICATA

È di oggi la notizia delle dimissioni dell’assessore Scozzari dopo appena sei giorni dal conferimento della nomina. L’assessore Scozzari è stato nominato in sostituzione del ormai ex assessore Ripellino dopo i vari lascia e prendi che ci sono stati negli ultimi mesi. Queste dimissioni sono molto strane soprattutto perché giustificate per motivi di natura personale dopo appena sei giorni dalla nomina. Perciò pare scontato farsi la domanda che non ci sia qualche inghippo politico dietro. A quanto pare ,la Legge n.6 del 2011, pubblicata in G.U.R.S. n.16 del 11.04.2011 così come specificato nella Circolare dell’Assessorato Autonomie Locali n.6 del 2012 dice che c’è una incompatibilità tra l’essere parente di un consigliere ed avere la carica di assessore. Perciò , siamo costretti a pensare che i motivi delle dimissioni non siano di natura personale ma per lo più per questa incompatibilità. Questo denota la superficialità del Sindaco Cambiano nel fare anche il semplice atto di nominare un assessore anche se oramai dovrebbe essere esperto visto il grande numero di assessori che egli ha esautorato ed inoltre denota una incapacità amministrativa. Questa è soltanto una delle tante mistificazioni dell’amministrazione Cambiano e speriamo che questo Consiglio Comunale con un sussulto di dignità ponga fine a questa commedia pirandelliana. Infine attenzioniamo tale situazioni alle forze dell’ ordine e degli organi competenti.