Intimidazioni ad agricoltori: la denuncia di Iacopinelli

- in Cronaca
799
@Paolo Picone

LICATA. Ancora intimidazioni ai danni di agricoltori licatesi. A darne notizia è Paolo Iacopinelli. “Hanno tagliato – scrive Iacopinelli sul suo profilo social – la copertura di polietilene di 4 tumoli di tunnel (circa 32 tunnel larghi mt.4.e lunghi mt.60) ad un mio cliente, agricoltore nella contrada Casalicchio a Licata. E’ il sesto episodio dello stesso tipo che si verifica in contrada Safarello-Casalicchio nel giro di 2 mesi. Ai problemi che affliggono il settore agricolo a Licata: prezzi crescenti delle materie prime, prezzi sempre più bassi nelle vendite delle produzioni, gelate, condizioni climatiche sfavorevoli, penuria di acqua per l’irrigazione, trazzere impraticabili e tanti altri ancora, ci si aggiungono questi episodi che tolgono la tranquillità nelle famiglie contadine.Come spiegarsi questi fenomeni di danneggiamenti continui a danno di onesti lavoratori? Difficile dare una spiegazione, se c’è qualcuno che vuole imporre un potere mafioso e coercitivo, se si vuole seminare la paura perchè la zona non venga più coltivata, se c’è qualche mente malata che ha pensato di fare questi danneggiamenti per divertirsi. C’è indubbiamente qualche cosa che non va e si deve subito rispondere con la mobilitazione ed indagini serie ed accurate senza perdere nemmeno un altro minuto di tempo. Il mio appello a tutte le organizzazioni a cui stà a cuore lo sviluppo civile di Licata a scendere in piazza per dire NO all’imbarbarimento della nostra LICATA. Le istituzioni e le forze dell’ordine devono attenzionare il problema perchè ormai siamo al collasso. Licata deve fare sentire la sua solidarietà ma soprattutto deve pretendere di crescere serenamente nella Legalità e nel rispetto delle regole democratiche”.