Il Partito democratico va con Pullara e sostiene Galanti

- in Politica
975
@Paolo Picone

Pino Galanti candidato sindacoLicata, ore 8:00 – C’è anche il Partito democratico tra le liste che sosterranno il candidato sindaco di Licata, Giuseppe Galanti. Adesso è ufficiale. Le altre liste sono: “Licata in Movimento”, “Rialziamoci” di Mimmo Falzone e “Il Domani” di Carmelo Pullara. “Attraverso l’unione sinergica delle 4 liste – si legge in una nota – la coalizione dell’operosità e del cambiamento, una realtà capace di fare sintesi attorno ad un progetto. Una coalizione ancora aperta a tutte le forze politiche e civiche, presenti sul territorio, che con pari dignità vogliano partecipare alla costruzione del progetto di cambiamento. Un gruppo coeso e competitivo per le elezioni amministrative del 2015, che sosterrà il candidato sindaco Pino Galanti, farmacista stimato e volto nuovo della politica: “Desidero restituire alla mia Licata dignità, legalità e prospettive di sviluppo nuovo che un paese come il nostro merita e deve pretendere”. A breve la coalizione sarà presentata alla cittadinanza e agli organi di informazione. Donne e uomini, appartenenti alle svariate categorie sociali, si sono uniti formando la “squadra” che intenderà dare il tanto agognato riscatto alla città e alla sua collettività, attraverso un programma snello, con elementi chiave al rilancio del territorio, un progetto che si realizzerà attraverso una azione amministrativa intesa alla collaborazione e alla valorizzazione delle risorse umane del Comune. Nessun elemento fantascientifico, bensì concretezza e trasparenza. Elemento caratterizzante della coalizione è l’adesione ad un Codice Etico, che contribuisca al rinnovamento della politica attuale, basato in primis sulla legalità, con una visione chiara dei principi etici: “Siamo un gruppo di persone che hanno costruito un percorso vero, che condivide valori etici e politici di lealtà, fiducia e onestà. Senza ipocrisie e senza finzioni. Il percorso culturale e politico intrapreso ha già realizzato e continuerà a preparare eventi di concertazione, ascolto e dialogo con cittadini, associazioni e movimenti, operatori del mondo sociale, imprenditoriale, artigianale, culturale e sportivo, che rappresentano delle risorse per la comunità. Non ci sono scorciatoie: alla buona politica il compito di guidare in modo condiviso la città”.