Distrutta da un incendio la Mercedes dell’avvocato Gaetano Cardella

- in Cronaca
1930
@Paolo Picone

LICATA – Notti di fuoco a Licata. In due giorni si sono registrati gli incendi di tre autovetture. L’episodio più inquietante è quello che si è registrato nella notte tra giovedì e venerdì ed ha interessato la Mercedes di proprietà dell’avvocato Gaetano Cardella. Prima invece erano state distrutte dal fuoco una Peugeot 306 di proprietà di un pensionato di 6r5 anni, parcheggiata all’angolo tra via Orlando ed il Corso Serrovira ed una Punto in via Degli Ulivi in contrada Piano Cannelle. L’autovettura Mercedes dell’avvocato Cardella è stata distrutta da un incendio che si è sviluppato al Corso Umberto attorno all’una e 20. Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento cittadino che hanno spento le fiamme. Mentre i carabinieri della locale compagnia, coordinati dal capitano Francesco Lucarelli hanno avviato le indagini. Cardella è stato da sempre impegnato sul versante dell’abusivismo edilizio e l’estate scorsa ha subito la demolizione del suo villino al mare realizzato senza licenza edilizia. Nel 2001, assieme al comitato degli abusivi l’avvocato Cardella ha scelto di opporsi alle demolizioni degli immobili abusivi, tra cui quello di sua proprietà, facendo ricorso alla carta bollata e alle vie legali. Era stato presentato un esposto denuncia contro il prefetto di Agrigento dell’epoca, Ciro Lomastro, del quale era stata chiesta la rimozione dall’ incarico. Cardella inoltre è stato impegnato sul fronte politico a difesa dei più deboli e contro gli apparati di potere e nel 2003 si è candidato a sindaco di Licata. Nel 2011 aveva subito un atto intimidatorio nel villino che è stato poi demolito: il professionista aveva scoperto di avere avuto sgradite visite. Gli ignoti malviventi, muniti di martello e scalpello, hanno rimosso la pesante grata in ferro collocata su una finestra. Poi, però, non sono entrati all’interno del villino. Al professionista, che già in un recente passato è stato vittima di altri atti intimidatori (tra cui l’incendio dell’auto), non è rimasto altro che sporgere denuncia. E adesso questo episodio dell’incendio della Mercedes che gli inquirenti stanno cercando di inquadrare per poter avviare le indagini nella giusta direzione. Lo scorso anno, quando l’ex sindaco Angelo Cambiano avviò le demolizioni, l’avvocato Cardella si presentò nello studio dell’Arena di Giletti, a Domenica In su Rai uno, per difendere gli abusivi. Lo stesso Giletti lo definì “Azzeccagarbugli” ed una settimana più tardi, l’allora Procuratore capo Renato Di Natale, in una intervista, disse che l’immobile dell’avvocato Cardella non era stato realizzato con le necessarie autorizzazioni edilizie e qualche mese più tardi il villino venne demolito.