Isotype

           

Blitz nella notte a Licata: 52 arresti

Licata, ore 10.15 Blitz nella  notte a Licata, eseguito dai carabinieri del comando di Agrigento che haportato all’ arresto di 52 persone. Le indagini dell’ operazione denominata” Carte False”, hanno avuto inizio nell’ anno 2009. I Carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento, coadiuvati dai militari delle Provincie di Catania, Palermo, Siracusa ed Enna, alle prime luci dell’alba, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP presso il Tribunale di Catania, dr Santino MIRABELLA su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica  dr Lucio SETOLA e del Procuratore della Repubblica Aggiunto dr.ssa Marisa SCAVO, della DDA di Catania retta dal Procuratore della Repubblica dr Giovanni SALVI, nei confronti di 52 soggetti, a vario titolo ritenuti responsabili di:

-        Associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope;

-        Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope in concorso;

-        Favoreggiamento personale;

-        Falsa identità personale in concorso;

-        Associazione per delinquere finalizzata alla Falsificazione di documenti personali, documenti personali militari, buste paga della marina militare usate per la commissione di centinaia di truffe in danno di centri commerciali e negozi di informatica;

-        Ricettazione.

 

Il GIP, valutando positivamente quanto prospettato dalla Direzione Distrettuale Antimafia presso la Procura della Repubblica di Catania, ha accolto le richieste disponendo la Custodia Cautelare in Carcere nei confronti di:

  1. ANNATELLI Gaetano, nato a Catania il 07.09.1972
  2. ARCIDIACONO Angelo, nato a Catania il 06.04.1947
  3. ARCIDIACONO Antonino, nato a Catania il 12.09.1980
  4. BALSAMO Francesco, nato a Catania il 18.04.1970
  5. BONANZINGA Santo, nato a Catania il 29.11.1975
  6. D’AMICO Michele, nato a Catania il 05.05.1971
  7. DAMINELLI Andrea Concetto, nato a Catania il 08.12.1973
  8. GIARRANA Antonino, nato ad Agrigento il 20.10.1982
  9. GIUNTALIA Giuseppe, nato a Catania il 02.01.1988
  10. GRASSO Giovanni Lucio, nato a Catania il 13.12.1986
  11. LAZZARO Carlo, nato a Bronte (CT) il 02.12.1988
  12. MAROTTA Alessandro, nato a Licata il 20.10.1986
  13. NOCITA Giuseppe Daniele, nato a Catania il 27.03.1973
  14. PACE Enza, nata a Catania il 09.11.1982
  15. PACE Giuseppe, nato a Catania il 19.03.1985
  16. PRATO Carmelo, nato ad Agrigento il 08.08.1984
  17. RAPISARDA Giuseppe, nato ad Augusta (SR) il 23.10.1972
  18. RUSCICA Giuseppe, nato a Catania il 31.10.1976
  19. SAMMARTINO Salvatore Carlo, nato a Canicattì (AG) il 20.03.1988
  20. SCIUTO Claudio Salvatore, nato a Catania il 20.03.1982
  21. SPANÓ Valeria, nata a Paternò (CT) il 29.09.1978
  22. SPARACINO Fabio, nato ad Acireale (CT) il 22.07.1977
  23. TRIGONA Dario, nato a Licata (AG) l’11.12.1988
  24. TRIGONA Gaspare Gaetano, nato a Licata (AG) il 14.04.1984

 

Mentre ordinava la Custodia Cautelare agli Arresti domiciliari di:

  1. BALLACCHINO Giuseppe, nato a Gela (CL) il 13.03.1982
  2. CASTORINA Salvatore, nato a Catania il 14.10.1966
  3. CURELLA Nicolò, nato a Licata il 16.06.1983
  4. FIOCCO Antonino, nato a Catania il 29.11.1984
  5. GIUNTALIA Domenico, nato a Catania il 08.03.1986
  6. GRANCAGNOLO Alessandro, nato a Catania il 23.01.1980
  7. INCORVAIA Antonino, nato a Licata il 13.06.1986
  8. LA COGNATA Domenico, nato a Licata il 24.01.1986
  9. LO VACCO Vincenzo, nato a Licata (AG) il 03.04.1967
  10. MARINO Carmelo, nato a Licata il 13.09.1980
  11. MAZZARA Dario, nato a Siracusa il 05.10.1988
  12. MERCIA Antonino Gaetano, nato a Linguaglossa (CT) il 02.08.1971
  13. MORELLO Carmelo Antonio, nato a Licata (AG) il 16.06.1985
  14. MORELLO Salvatore, nato a Licata (AG) il 09.08.1983
  15. PEZZINO Ottavio, nato a Catania il 21.12.1966
  16. TURRISI Claudio, nato a Catania il 24.09.1987

 

Inoltre disponeva la misura Cautelare dell’Obbligo di Firma con obbligo di non uscire dal Comune di residenza e di non uscire di casa dalle ore 21:00 alle ore 08:00 nei confronti di:

  1. CARITÁ Francesco, nato a Licata il 16.07.1985
  2. CICATELLO Calogero, nato a Licata (AG) il 25.08.1974
  3. GERMANO Andrea, nato a Caltagirone (CT) il 09.06.1988
  4. L’EPISCOPO Elisa, nata a Catania il 16.04.1978
  5. L’EPISCOPO Valeria, nata a Catania il 13.10.1983
  6. LA ROCCA Luciano, nato a Licata il 16.05.1985
  7. STAGNITTA Concetto, nato a Catania il 29.09.1988

 

Infine l’ordinanza disponeva il sequestro dell’autovettura BMW in uso a TRIGONA Gaspare Gaetano e del veicolo Fiat Panda in uso a GIARRANA Antonino, nonché il sequestro del “Bar Capriccio” sito in Licata, in Piazza Linares.

 

L’esecuzione dei provvedimenti restrittivi della libertà personale è stata delegata all’Arma dei Carabinieri che nell’occasione ha impiegato oltre 300 militari e 65 autovetture, un elicottero del 9° Nucleo di Palermo e 2 unità cinofile dei Nuclei di Palermo e Catania.

Le indagini hanno avuto inizio nel 2009 e sono state condotte dai militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Licata (AG), sotto la iniziale direzione della Procura della Repubblica di Agrigento (in persona del Sostituto Procuratore della Repubblica, dr Luca SCIARRETTA, del dipartimento reati in materia di stupefacenti coordinato dal Procuratore della Repubblica Aggiunto dr Ignazio FONZO), retta dal Procuratore della Repubblica dr Renato DI NATALE.

Le attività intraprese consentivano di individuare l’esistenza di un vasto sodalizio criminale dedito al traffico illecito di sostanze stupefacenti e alla commissione di numerose truffe.

In particolare veniva appurato il ruolo centrale di taluni soggetti Licatesi che, oltre ad effettuare uno spaccio al minuto nel territorio del Comune di Licata, da cui hanno tratto spunto le indagini, appartenevano ad un articolato sodalizio con base operativa in Catania dove avveniva l’approvvigionamento di ingenti quantitativi di cocaina, hashish, marijuana, ecstasy ed anfetamine che venivano poi spacciati, attraverso numerosi pusher, all’interno di discoteche e locali notturni del catanese (ma anche nei territori di Taormina, Giardini Naxos, Rimini, Roma, Licata, ecc.). Inoltre veniva acclarata l’esistenza di rapporti dei vertici dell’organizzazione indagata con appartenenti della cosca mafiosa dei “Laudani” nonché con “grossisti” catanesi ritenuti vicini a gruppi criminali della città etnea.

In ragione di quanto sopra detto l’informativa, dapprima depositata presso la Procura della Repubblica di Agrigento titolare dell’indagine, dopo l’attivazione del coordinamento tra diversi Uffici del Pubblico Ministero previsto dall’art. 371 cpp  veniva successivamente trasmessa per competenza alla DDA di Catania.

Le attività condotte dai militari dell’Arma permettevano di portare alla luce anche una serie di truffe perpetrate ai danni di diverse finanziarie. Nello specifico, attraverso l’accurata falsificazione di documenti personali e delle buste paga riprodotti con sofisticati programmi informatici, venivano acquistati televisori, cellulari, elettrodomestici e computer per un valore di centinaia di migliaia di euro. Tali beni venivano poi utilizzati dagli stessi appartenenti al sodalizio o più spesso rivenduti sul mercato nero al fine di procurarsi i capitali da reinvestire nel lucroso traffico di sostanze stupefacenti.

Sono ancora in corso indagini finalizzate a determinare compiutamente l’identità di soggetti appartenenti al sodalizio ma allo stato rimasti ignoti e accurati accertamenti patrimoniali al fine di individuare e sottoporre a sequestro i capitali provento delle attività illecite.

Condividi:
  • Print this article!
  • Turn this article into a PDF!
  • E-mail this story to a friend!
  • RSS
  • Facebook
  • MySpace
  • Live
  • OKNotizie
  • Twitter
  • NotizieFlash
  • MSN Reporter
  • Diggita
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks
  • PubblicaNews
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Segnalo
  • Technorati
  • Fai.Info

I Commenti sono chiusi

mercoledì 09 ottobre 2013 00:18
Se il contenuto di questa PAGINA è di tuo gradimento allora clicca qui

_____

I NOSTRI GIORNALI:
Ultimi Commenti
  • emanuele: Non mi capita mai di fare commenti sui blog che leggo, ma in questo caso faccio un’eccezione, perché...
  • dario: Avete un gran bel blog qui! Sareste disponibili per uno scambio di post? parlo di guest blogging… ho un...
  • ROSALIA: Rosalia Siamo emigrati da 44 anni e x 2 settimanè d`estate dobbiamo pagare tanti soldi io penso,che il...
  • Bolzoni Pierluigi: Complimenti ai cittadini che hanno trovato la forza di reagire contro lo strapotere di vodafone...
  • Rosario Cambiano: Caro commissario Terranova, ma alla fine nell´articolo non si capisce che cosa ha fatto il Sindaco...

CRONACA
Previsioni Meteo

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di licatanotizie.net  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.wikio.it