Isotype

           

Licata, Ferragosto di sangue: un tentato omicidio e un annegamento

Licata, ore 15:22 Ferragosto macchiato di sangue a Licata. Un tentato omicidio ed un morto annegato alla vigilia. Il tentato omicidio si è registrato a Mollarella. Un giovane di 26 anni, Vincenzo Cusumano è stato raggiunto da 7 colpi di pistola calibro 22. Sei proiettili lo hanno colpito in varie parti del corpo. Cinque sono entrati ed usciti mentre il sesto proiettile è rimasto conficcato nella nuca del giovane. Due, a quanto pare, i killer che sono entrati in azione, probabilmente giunti a Mollarella con una moto. Uno dei due è sceso in spiaggia e dopo aver individuato la posizione di Cusumano ha iniziato a sparare. Solo per un miracolo l’uomo non è morto. Adesso si trova ricoverato in ospedale al San Giacomo D’Altopasso in attesa di subire un intervento chirurgico per l’estrazione del proiettile. Indagano i carabinieri della compagnia di Licata, coordinati dal capitano Massimo Amato e dal luogotenente Salvatore Manuello, Si scava nel passato di Vincenzo Cusumano, coinvolto in vicende di droga. Ma non si esclude nessuna pista. Indagini che ruotano a 360 gradi. I carabinieri hanno interrogato la vittima che sostiene di non aver visto nulla. Interrogato anche un testimone, l’uomo che ha soccorso e trasportato in ospedale al San Giacomo d’Altopasso di Licata, Vincenzo Cusumano. Il testimone ha riferito di essere arrivato dopo la sparatoria e di non aver visto in faccia i killer. Oltre al tentato omicidio, il ferragosto licatese è stato funestato dalla morte di un giovane ghanese annegato nel mare di Marianello. Il ragazzo, ospite presso la struttura di accoglienza di padre Gaspare Di Vincenzo, aveva fatto il bagno quando ad un tratto si è sentito male. Pare abbia sbattuto la testa sugli scogli. Immediatamente soccorso è stato trasportato in ospedale, ma vi è giunto cadavere. Infine è andata bene ad un ottantenne di Licata, che aveva fatto il bagno sulla spiaggia di Foggia Gallina, nei pressi del Pisciotto, quando ha accusato un malore. L’uomo era in mare con la nipotina che ha visto il nonno accasciarsi ed ha iniziato ad urlare richiamando l’attenzione dei bagnini. Subito soccorso, l’uomo si è ripreso, ma per precauzione è stato trasferito in ospedale. Ne avrà per 10 giorni. Ma non dimenticherà mai la disavventura del giorno di ferragosto.

Condividi:
  • Print this article!
  • Turn this article into a PDF!
  • E-mail this story to a friend!
  • RSS
  • Facebook
  • MySpace
  • Live
  • OKNotizie
  • Twitter
  • NotizieFlash
  • MSN Reporter
  • Diggita
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks
  • PubblicaNews
  • FriendFeed
  • Google Bookmarks
  • Segnalo
  • Technorati
  • Fai.Info

Lascia un Commento

domenica 28 luglio 2013 00:16
Se il contenuto di questa PAGINA è di tuo gradimento allora clicca qui

_____

I NOSTRI GIORNALI:
Ultimi Commenti
  • emanuele: Non mi capita mai di fare commenti sui blog che leggo, ma in questo caso faccio un’eccezione, perché...
  • dario: Avete un gran bel blog qui! Sareste disponibili per uno scambio di post? parlo di guest blogging… ho un...
  • ROSALIA: Rosalia Siamo emigrati da 44 anni e x 2 settimanè d`estate dobbiamo pagare tanti soldi io penso,che il...
  • Bolzoni Pierluigi: Complimenti ai cittadini che hanno trovato la forza di reagire contro lo strapotere di vodafone...
  • Rosario Cambiano: Caro commissario Terranova, ma alla fine nell´articolo non si capisce che cosa ha fatto il Sindaco...

Previsioni Meteo

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di licatanotizie.net  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.wikio.it