Consiglio comunale: nasce il gruppo "Domaninrosa"

- in Politica
535
@Paolo Picone

LICATA. Si è costituito un nuovo gruppo all’interno del consiglio comunale di Licata, denominato “Domaninrosa”: ne faranno parte le consigliere Violetta Callea, Laura Termini e Antonietta Grillo, rispettivamente elette nelle liste civiche “Riprendiamo il Cammino”, “Il Domani” e “Licata Rialziamoci”.

“Non si tratta di una scelta avventata, emotiva o irrazionale o basata su questioni personali – si legge in una nota -pur rimanendo indipendenti e legati ai gruppi politici di provenienza. Si tratta di una decisione maturata nel tempo. Riteniamo opportuno che questo percorso, che ci auspichiamo possa durare per i prossimi 5 anni, possa continuare unite verso un unico obiettivo: il bene della nostra città:è necessario precisare che rimaniamo comunque ed indiscutibilmente all’interno dell’opposizione ma questa mossa è e sarà utile per riequilibrare gli assetti politici e strategici e mantenere una maggiore autonomia tra le forze politiche confluite nell’opposizione. I cittadini non vogliono più saperne di litigi e lotte di potere, di lotte tra partiti, di faide intestine, i cittadini vogliono delle risposte concrete, vogliono vedere ripagata la fiducia che ci hanno dato e noi con questo importante passo vogliamo dimostrare che, donne, elette in liste provenienti da diversi schieramenti politici si sono unite sinergicamente, con le loro idee, con il loro entusiasmo, con la loro competenza ed esperienza professionale e politica nell’esclusivo interesse della nostra comunità. Ci impegneremo fin da subito affinchè a tutti i livelli alle donne possa essere data massima visibilità e responsabilità nella costruzione dei ruoli istituzionali e ci auguriamo che al nostro gruppo col tempo possano aderire altre elette in consiglio comunale. Non abbiamo fatto nessun atto di fedeltà nei confronti di partiti, provenendo tutt’e tre da liste civiche che peraltro provenivano da progetti politici diversi e ci auguriamo che tutto in Consiglio Comunale possa essere discusso, proposto, e deliberato con i dovuti metodi, nella dovuta trasparenza e soprattutto nell’interesse del Comune. Da oggi per noi è un nuovo inizio, è forse la prima volta che nella nostra storia tre consigliere comunali provenienti da schieramenti diversi travalichino i confini ideologici e fanno ognuna un passo indietro, per farne in realtà   due in avanti, e speriamo di poter collaborare con tutti gli altri consiglieri comunali eletti nella pace, serenità e nelle regole che ogni buon amministratore ha l’obbligo di rispettare”.