Chiude alla grande il Lanterna Fest, circa 12mila visitatori in 3 giorni

- in Eventi
3983

Cala il sipario sulla prima edizione del Lanterna Fest, il villaggio gastronomico evento clou dell’estate licatese 2018 voluto dall’associazione Licata 92027 e patrocinato dal Comune di Licata.
E’ di circa 12mila visitatori la stima degli organizzatori, soddisfattissimi per la riuscita della manifestazione. La serata di chiusura ha visto esibirsi i Sikania band con il loro ritmo che ha trascinato letteralmente il pubblico; proseguito con l’esibizione della Dance Evolution School del maestro di Hip Hop Eduardo Taibi ed infine Marco Catalano con la Noche de Fuego ha fatto ballare fino alla tarda notte i giovani licatesi accorsi in massa sotto il Faro San Giacomo.
Tra gli ospiti della serata il anche sindaco di Licata Pino Galanti, accorso per salutare e ringraziare le aziende partecipanti e gli organizzatori.
“Tra mille difficoltà siamo riusciti a tirare sù questa manifestazione – le parole del presidente Ezio Savone – in soli 21 giorni, ricordo ancora quando ci siamo seduti ad un tavolo, ci siamo guardati negli occhi con i miei soci ed abbiamo detto…siamo pazzi? Facciamolo! Ebbene oggi con grande soddisfazione – continua Savone – possiamo affermare che la prova è stata superata, consci del fatto che tanto ancora si può fare e molte cose sono ancora da migliorare. Adesso una settimana di riposo e subito si inizia a pensare ai prossimi eventi in occasione del Natale. L’associazione Licata 92027 nasce con una visione precisa, quella di promuovere e sviluppare il nostro territorio offrendo eventi particolari in grado di suscitare la curiosità del “forestiero” al fine di portarlo a conoscere Licata. A chi ci ha chiesto se ci sarà una seconda edizione del Lanterna Fest rispondiamo assolutamente sì! Da Gennaio ci metteremo subito al lavoro per organizzare un’edizione più ricca e variegata. Non dimentichiamoci però che tutto ciò è stato reso possibile anche e soprattutto grazie alla Guardia Costiera di Licata e nella persona del Comandante in particolare che ha sposato con entusiasmo il nostro progetto permettendoci di sfruttare un’area iconica della nostra città”.