Cambiano risponde alla presidente del Consiglio comunale Callea

- in Politica
999
@Paolo Picone

LICATA. Il sindaco Angelo Cambiano, direttamente chiamato in causa, nella qualità di capo dell’Amministrazione comunale da poco insediatasi alla guida della città, con un lunga e dettagliata nota, ha risposto alle richieste fatte dal presidente del Consiglio Comunale, sia a mezzo lettere che a mezzo stampa.

In riscontro alla nota prot. n. 33144 del 09/07/2015, avendo ad oggetto: “Saldo Tari 2014”, – si legge testualmente nella lettera a firma del Sindaco – tralasciando il fatto che il citato atto di indirizzo, approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 23/04/2015, è stato rivolto al Commissario Straordinario nominato in sostituzione del Sindaco e della Giunta, e del cui operato oggi non risponde certamente il Sindaco, questa Amministrazione, ci tiene a darLe comunicazione, anche per iscritto, dell’attività portata avanti in appena 20 giorni dall’insediamento, tenendo fede agli impegni assunti.

Come Ella ha appreso durante la conferenza dei Capigruppo, ai quali l’Assessore al Bilancio e Programmazione Economica, Geom. Angelo Sambito, ha opportunamente relazionato, grazie ad un lavoro certosino svolto da questa Amministrazione, sono state determinate le condizioni per abbattere le aliquote Tari delle tariffe 2014 per le attività commerciali, per un valore che si aggira, in media, attorno al 30 %. Grazie, infatti, ad una attività di ricerca e all’incrocio dei dati di Camera di Commercio e SUAP, è stato possibile elevare il numero delle utenze individuate, che sono passate da 1404 a 2235.

E l’amministrazione comunale è già al lavoro per una probabile riduzione delle Tariffe Tari per l’anno 2015 anche a favore di tutte le utenze domestiche.

In riscontro alla nota prot. n. 33499 del 10/07/2015, – prosegue il Primo cittadino – ritengo sia opportuno informare la S.V. che in data 17/07/2015, il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale, Dr. Salvatore Lucio Ficarra, ha incontrato l’Amministrazione Comunale. L’attenzione, che ha riguardato le diverse problematiche della Sanità a Licata, è stata incentrata sulla annunciata chiusura del punto nascite del San Giacomo D’Altopasso.

E l’incontro, che ha fatto seguito alla richiesta di questa amministrazione, a firma congiunta del sindaco Angelo Cambiano, dell’ex Assessore alla Sanità Gaetano Gagliano e dell’Assessore ai Servizi Sociali Daniele Vecchio, che dopo pochissimi giorni dall’insediamento, avevano rappresentato al Dr. Salvatore Lucio Ficarra, ritenendolo utile, un confronto con lo stesso, al fine di delineare in modo diretto le problematiche prioritarie della Città, è stato positivo e ha rappresentato il punto di partenza e delineato ogni attività che possa rispondere alle esigenze della cittadinanza.

Nella circostanza, si chiede di avere contezza di tutte le iniziative portate avanti dal Consiglio Comunale, da Ella annunciate nel corso di apposito comunicato alla stampa. Si chiede, di conoscerne, nello specifico, contenuti e modalità, al fine di portare avanti le auspicate forme di collaborazione, alle quali questa Amministrazione, già dal giorno della vittoria alle elezioni che mi hanno visto Sindaco della Città, si è resa disponibile.

 Al contempo, – conclude il Sindaco – si spera che ogni iniziativa, qualora ci sia stata, possa convergere con l’intendimento e le azioni portate avanti da questa Amministrazione, che sin dal primo giorno dell’insediamento si è prodigata, non risparmiando tempo ed energie, per il bene della collettività”.