Cambiano ed il "teatrino" della politica: nota dell'opposizione

- in Politica
1106
@Paolo Picone

LICATA. In un documento politico, firmato dai consiglieri comunali della maggioranza, che sono in opposizione al sindaco Angelo Cambiano, stigmatizzano il comportamento del capo dell’amministrazione comunale, di aver messo su un teatrino. “È passato un solo mese dall’insediamento del neo Sindaco e le cose, come promesso, già “cambiano” ma in senso inverso rispetto alle aspettative della città. Dopo così poco tempo l’assessore Gagliano si dimette, giustificandosi con un generico “motivi personali”, che non si comprende come dallo stesso non fosse già stato calcolato. Si dimette per far posto alla non eletta alla presidenza del Consiglio Comunale Anna Triglia, quasi come se l’assessorato fosse un premio di consolazione e non un mandato al servizio della città. Assistiamo all’ennesimo teatrino: L’assessore e consigliere comunale, fedelissima all’avvocato Balsamo – che alla luce dei fatti sembra essere sempre più il reale plenipotenziario della Giunta Cambiano – contribuirà con le sue competenze, a dare lustro alla nostra città. I gruppi: Il domani, In Crescita, Rialziamoci, Pd, NCD siamo la forza che rappresenta la maggioranza in Consiglio e siamo principale strumento di controllo dell’operato della Giunta comunale, dunque non possiamo che avere un giudizio caustico sull’accaduto. Infatti presentare un assessore come Gagliano, per poi vederlo dimettere dopo meno di un mese, sa di una vera e propria presa in giro elettorale attuata all’ombra degli ombrellini colorati, che rallegrano le vie del centro storico. E il sindaco Cambiano cosa fa? Si limita a prendere atto delle scelte altrui? O alla presenza di centinaia di persone durante il suo comizio presentava la sua giunta “mentendo sapendo di mentire”? Ci chiediamo quante altre selfie postate sui social network dovrà digerire la nostra città mentre dimissioni già annunciate e giochi di potere si consumano a palazzo di Città. Noi in ossequio al nostro mandato elettorale saremo fedeli ai cittadini e sorveglieremo chi invece il proprio mandato elettorale lo tradisce abbandonando l’amministrazione del paese a pochi giorni dal proprio insediamento. Ci auguriamo che il sindaco Cambiano, piuttosto che fare annunci trionfalistici e cercare il consenso attraverso i mass media con un paio di foto di pulizie emergenziali, abbia questa volta il coraggio di prendere posizione su questi giochetti degni della prima repubblica. Perché se questa è la nuova politica per noi è già tempo di voltare pagina”.