Brandara: "Ho lavorato per una città a misura di bambino

- in Politica
703
@Paolo Picone

LICATA. Il commissario straordinario, Mariagrazia Brandara, in una nota spiega i motivi che l’hanno ispirata nella scelta amministrativa di  lavorare per avviare il progetto di una Città “a misura di bambino”.  “Dopo la realizzazione del percorso didattico culturale, accolto con entusiasmo da tutta la collettività, che promuove i valori della tutela dell’ambiente e della natura, in concomitanza con il doveroso rispetto alla legge N. 113/92, modificata con la N.10 del 14 gennaio 2013, che ha introdotto l’obbligo per il Comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato, compresi i minori adottati, nell’area di proprietà comunale di Via Umberto II, appositamente bonificata, dove sono stati piantumati n° 117 alberi di agrumi, domani 6 giugno, alle 10,30, durante un’apposita cerimonia, sarà presentato alla Città un altro progetto a cui tengo in modo particolare.  Infatti, per farne simbolicamente dono ai bambini nati durante il mese di maggio 2015, e restituire ai licatesi, un’area che è stata interamente bonificata, e con lo scopo primario di educare i più piccoli a vivere la Città, sono stati piantumati 20 alberelli di ulivo nei pressi del Comando di Polizia Municipale, (di fronte alla Scuola Marconi, in via Egitto), per la realizzazione di un piccolo parco ed un percorso naturalistico nell’ambito del progetto denominato EduCity.  E, contemporaneamente sarà presentato alla Città il Progetto EduCar, che nell’ambito dell’importante iniziativa di educazione stradale che ha coinvolto, dall’inizio dell’anno scolastico, diverse classi di scuola primaria cittadine, vedrà la realizzazione, nello spazio frontale del Comando di Polizia Municipale, di un circuito urbano, con la riproduzione, e a misura di bambino, di segnaletica, semafori, e per il quale sono stati previsti anche mezzi in movimento.  Entrambi i progetti sono stati studiati appositamente per contribuirà alla lodevole iniziativa di educare i bambini al rispetto delle regole in materia di educazione stradale, voluta e portata avanti dal Comandante della Polizia Municipale, e di educare, contemporaneamente, i più piccoli al rispetto della natura.  Licata è una città bellissima, ricca di storia e di gente meravigliosa, che invito domani a partecipare, perchè i bambini vanno educati e a noi amministratori e ai genitori spetta il compito di educarli. Vanno educati perché possano crescere rispettando le bellezze naturali, ad essere essi stessi artefici e protagonisti del futuro del proprio territorio, ad essere custodi primari di ogni bene, naturalistico, ambientale, storico e archeologico”.