Assemblea del quartiere Fondachello – Playa con l’onorevole Pullara

- in Politica
562
@Paolo Picone

LICATA. Hanno scelto il salone parrocchiale della chiesa di San Giuseppe Maria Tomasi per una assemblea di tutto il quartiere. Erano circa duecento gli abitanti della zona balneare di Fondachello  – Playa che hanno partecipato all’assemblea indetta dal comitato civico di quartiere, presieduto da Milena Bonvissuto e da Natale Bianco per discutere soprattutto dei continui allagamenti che si registrano ogni qualvolta viene giù un po’ di pioggia. All’assemblea ha partecipato anche il deputato regionale Carmelo Pullara che ha rassicurato gli abitanti del quartiere sullo stanziamento di fondi della Protezione civile per risolvere proprio questo annoso inconveniente. Il problema di questa zona sono le fognature che non sono state realizzate a regola d’arte. “E’ una storia che si ripete ogni qualvolta piove in maniera abbondante. “Continuiamo ad attendere una soluzione che non arriva – commenta Milena Bonvissuto, presidente del comitato Fondachello – Playa. Lo abbiamo evidenziato in passato e torniamo a ribadirlo anche oggi: i soldi per il rifacimento della rete fognaria sono pronti, ma pare che non ci sia ancora il progetto. Ci chiediamo quanto tempo dovremo attendere ancora. Intanto quando piove la situazione diventa insostenibile, pensate che per uscire di casa per andare al lavoro servono i fuoristrada. Le utilitarie, soprattutto quelle alimentate a benzina, rischiano di restare in panne”. Ma c’è anche chi ironizza dicendo che ci vuole la barca, il gommone o una gondola. Il deputato Pullara ha chiesto un altro mese di tempo per verificare l’iter dei fondi stanziati per i progetti di riqualificazione della zona. I soldi per gli interventi urgenti erano già stati stanziati in seguito alla dichiarazione dello stato d’emergenza nel 2016. Per la zona Playa/Fondachello è stato approvato in conferenza dei servizi un progetto che interessa una porzione di territorio ad est (oltreponte), progetto che deve essere finanziato dal gestore del Sistema Idrico Integrato. E’ stato potenziato il sistema di smaltimento da parte della Protezione Civile con un progetto di canali antistante la Chiesa San Giuseppe Maria Tomasi. La seconda linea di intervento prevedeva la realizzazione del sistema di smaltimento delle acque meteoriche nella zona Playa/Fondachello per 7 milioni di euro, studiata per dare soluzione agli allagamenti della zona, ed il collegamento, completamento e funzionalizzazione dei collettori acque bianche in P.zza Gondar, Via Egitto, con il ripristino della funzionalità della stazione di pompaggio e scarico, per un importo di 5 milioni di euro. Tutti progetti che si sono arenati e ancora oggi i cittadini sono costretti a vivere con la preoccupazione che un’altra alluvione possa mettere in ginocchio la città.