"A testa alta" risponde a Cambiano: ''Con le dicerie si costruisce il nulla''

- in Politica
838

L’associazione A testa alta risponde al candidato sindaco Angelo Cambiano, questo il comunicato dell’associazione:

Prendiamo atto delle precisazioni del candidato a Sindaco di Licata, Angelo Cambiano, circa la “fonte” delle sue gravissime e circostanziate affermazioni sulla presunta “compravendita di voti” e su certi meccanismi adoperati per “riempire le liste”. Tale fonte, dice oggi il dott. Cambiano, era (ed è) rappresentata dalle “voci dei cittadini correnti nelle pubbliche vie, nelle piazze e nei bar”. Una fonte dunque indeterminata, tutt’altro che verificabile.
A noi era parso, evidentemente in maniera erronea, che le parole pronunciate definissero meccanismi determinati e verificabili e che coraggiosamente e con convinzione, il dott. Cambiano si fosse proposto di squarciare il (presunto) velo di omertà dietro cui si cela un sistema di malaffare.
Siamo costretti a puntualizzare che qualsiasi strumentalizzazione politica di sorta è ben lontana da quello che si propone “A testa alta”, che è la promozione sociale contro qualsiasi forma di illegalità, anche quando il contesto è quello elettorale e senza guardare in faccia nessuno. La nostra associazione – come del resto ciascun cittadino – ha il dovere della denuncia seria e documentata; e serie e documentate sono state (e saranno) le nostre denunce, proprio perché non si basano sulle dicerie che circolano “per le vie della città”. Con le dicerie non si va lontano e si costruisce il nulla.